lunedì 23 giugno 2014

Tre modi di dire piadina in siciliano: caponata, zucchine con ricotta infornata e tonno con cipollata!


Buongiorno a tutti,
oggi una ricetta speciale, anzi tre!!!!

Sono mesi che seguo le battaglie accanite delle altre blogger, le loro ricette, le loro rivisitazioni, e alla fine mi sono decisa, questo mese partecipo al mio primo MTChallenge

Di cosa di tratta? Di una sfida vera e propria, ogni mese un tema, una ricetta da interpretare e riproporre con gusto e fantasia, ogni mese un vincitore che assegna il tema della sfida successiva, e tante tante tante partecipanti.

La sfida di questo mese, proposta da Tiziana del blog L'ombelico di Venere, è il CIBO DI STRADA con la ricetta da reinterpretare della Piadina Romagnola.

Ora, come voi ben saprete, romagnola non sono, per cui ho deciso di interpretare la Piadina in siciliano e, per prima cosa, l'ho fatto usando una farina speciale: la timilia.



La timilia è un antico grano siciliano che si sta cercando di recuperare grazie all'agricoltura biologica, la sua coltivazione era quasi scomparsa a causa della scarsa richiesta, ma oggi si sta recuperando nelle zone dell'entroterra siciliano.

La timilia è povera di glutine, ricca di sali minerali, vitamine e sostanze nutritive; la farina viene ottenuta tramite macinazione in antichi mulini a pietra e ha un colore bruno, simile a quello della farina integrale di grano duro. 

Può essere utilizzata per pane, pizza, dolci, biscotti, la caratteristica principale è però il gusto deciso che ben si sposa con la cucina siciliana.



E proprio per questo, ecco a voi la mia piadina di timilia interpretata in ben tre versioni: con la caponata, con le zucchine e la ricotta infornata, col tonno con la cipollata!

Venite a scoprire come prepararla.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...