venerdì 14 marzo 2014

Taste e Fuori di Taste: un'esperienza da perdere la testa alla scoperta dei sapori della nostra bella Italia! - Prima parte


Il mio primo Taste, un'esperienza incredibile. Ne avevo sempre sentito parlare tanto e volevo andarci a tutti i costi così quest'anno mi sono organizzata e, nonostante i mille viaggi, ho incastrato anche questo.

Due giorni a Firenze per fare il giro d'Italia dei sapori, alla scoperta delle eccellenze e delle novità che l'enogastronomia italiana propone, un viaggio intenso ed entusiasmante, a conferma della mia convinzione: il vero patrimonio su cui l'Italia deve investire per il suo futuro è l'enogastronomia e il turismo!

I vestiti, le auto, gli oggetti possono essere prodotti ovunque, in qualunque paese; i sapori, quelli veri, quelli autentici no! Questi sono legati al territorio, alla tradizione, alla nostra cultura, si probabilmente li potranno imitare, come peraltro già fanno, ma gli originali rimarranno sempre imbattibili!!!!




E allora vi racconto un pò, in una carrellata di foto che ho selezionato con grande fatica, visto che in due giorni ne ho scattate oltre 400, quello che è stato il mio Taste, cosa ho visto e, soprattutto, cosa ho degustato!

Si parte con gli aceti balsamici!

Da quelli storici modenesi di Giuseppe Giusti, a quelli ingioiellati dell'Acetaia Fabbi per arrivare a quelli del Borgo del Balsamico che ha presentato, proprio in occasione di questo Taste, tre nuovi condimenti, ovviamente testati tutti e tre e promossi a pieni voti!








Degustazione super apprezzata è stata quella della Colatura di Alici di Cetera prodotta dall'azienda Acqua Pazza, una piccola azienda artigianale nata dalla passione per il mare dei cinque soci che, grazie al loro legame con la tradizione, hanno dato vita alla produzione di questa vera chicca dell'enogastronomia italiana.



Si passa a questo punto ai formaggi, una carrellata incredibile di sapori e delizie che mi hanno conquistata, le foto credo possano darvi un'idea del paradiso che era possibile degustare.












Un assaggino di caviale ovviamente non guasta mai!





Per poi passare alle passate, le creme e i sott'olii, sono stata letteralmente conquistata dalle cime di rapa sott'olio di De Carlo, fantastiche!









Novità presentata al Taste sono i nuovi Bibanesi, oltre ai classici troverete presto in commercio cinque nuovi gusti, tutti legati alla tradizione dei sapori mediterranei.



Ovviamente non vi racconto nemmeno dei salumi, assaggi su assaggi, delizie su delizie, dai salumi toscani dell'Antica Macelleria Falorni, ai prosciutti arrosto a quelli crudi di tutti i tipi.








Menzione speciale per la mortadella al tartufo, ottima!






Al Taste si sono svolti anche diversi dibattiti nell'area Ring appositamente adibita, io ho avuto modo di assistere a quello su Italian Sounding: danno o opportunità?

Quello che posso dirvi è che  il problema della contraffazione dei nostri prodotti alimentari nel mondo è sicuramente rilevante, non credo esista davvero una soluzione per debellarle questo problema ma sicuramente lo si può combattere rendendo sempre più elevato lo standard qualitativo dei nostri prodotti in modo che divengano sempre più riconoscibili e identificabili, e nel frattempo speriamo proprio che la politica si interessi seriamente a questo problema e aiuti i nostri produttori a difendersi e tutelarsi.



All'interno del Taste si trovava anche un'area dedicata ai prodotti per la casa, dal design all'artigianato, eccovi alcuni scatti.




Continuando con le prelibatezze, direttamente dalla mia Sicilia un prodotto d'eccellenza, la confettura di pesche di Leonforte prodotte da SamperiQueste pesche vengono fasciate ad una ad una quando sono ancora acerbe con dei sacchetti di carta in modo da preservarle dagli insetti e farle maturare in completa assenza di pesticidi, un vero biologico dal sapore unico!



Passiamo ora ai dolci con gli zuccheri naturali e le creme spalmabili di Golamera e il cioccolato di Modica ai gusti più svariati, da quello che fa bene alla salute sino a quello che aiuta a rimanere belle ^_^.








E poi una carrellata di birre artigianali e ottimi vini!!!















Menzione speciale per il nuovo vino rosè Lumera presentato al Taste dall'azienda vitivinicola Donnafugata. L'azienda, famosa per i suoi rossi, torna alle origine con la produzione di questo vino rosè blend di Sirah, Nero D'Avola e Pinot Nero dal sapore sapido, fresco e gradevolmente aromatico.


Ottimi anche gli assaggi di tè, dal tè nero con cardamomo e pepe rosa fino al tè rosso con  aroma di fiori.



E in fine, per concludere in bellezza, giusto per i più golosi, la Torta Pistocchi, vincitrice del Chocolate Awards 2013, praticamente un cioccolatino cremoso a forma di torta!


Insomma, credo davvero di avervi fatto venire l'acquolina in bocca ma non finisce mica qui, lunedì secondo post con il racconto del Fuori di Taste, non perdetevelo!

Buon week end a tutti!

Baci
Manu


2 commenti:

  1. Complimenti per il post Manu!! Proprio carino, che peccato non essere riuscita a venire...sarebbe piaciuto tanto anche a me! Vorrà dire che mi rifarà a Maggio al Cibus!! Tu pensi di venire? Magari facciamo un giro insieme!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!!!!!!
      Si, vorrei venire ma devo vedere se ci sono e se riesco a organizzare. Ci guardo e poi ti faccio sapere, in caso certo che ci andiamo insieme ^_^!!!!!!!
      A presto, baci Manu

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...