domenica 28 luglio 2013

Non pregi.



Ho sempre pensato che mi piacesse il rumore, la confusione, la gente, le strade affollate e i negozi pieni, gli aperitivi mondani e le serate a ballare. Invece ultimamente ho scoperto che mi piace casa, la mia casa, piccola, accogliente, tranquilla, protettiva. Un camera, un bagno, una cucina, poco spazio ma che racchiude un mondo, il mio. Sto scoprendo il piacere di stare qui, da sola, tranquilla, nei pochi momenti che riesco a ritagliarmi tra un impegno e l'altro, a rilassarmi e ad assaporare la quiete, a gustarmi quei momenti della mia solitudine che un tempo invece mi facevano un po' paura.

Anche stasera sono qui, seduta sul mio divano, in pigiama, con l'ipad sulle gambe, e scrivo. Scrivo perché ho scoperto che farlo mi piace, e mi piace davvero tanto. Mi aiuta a vedere meglio i miei pensieri, a renderli più chiari, più nitidi, più sereni.

Tanti pensieri. Alcune persone che mi conoscono bene dicono che sono anche troppi. “Tu pensi troppo!”  mi dicono, ed è vero, ma non riesco a non farlo. Non riesco a stare qui ferma senza pensare, senza fantasticare, senza sognare.

Cosa saremmo senza i nostri pensieri? E soprattutto senza i nostri sogni? Probabilmente nulla.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...