mercoledì 31 luglio 2013

The InSald Writer + Trentuno = Cene d'estate.

Insalata di orzo, zucchine, carote e salmone al profumo di timo e limone.


Mentre mi cimentavo nella creazione di questo blog, mentre stavo li a cercare di capire come funzionasse, mentre passavo le ore ad impazzire chiedendomi perché Blogger ce l'avesse con me, mi è arrivata una mail da Clelia, collega, amica, neomamma, mi invitava ad andare a visitare il suo neonato blog. Che dire, io pensavo e lei faceva. Senza sapere l'una dell'altra, ci siamo ritrovate entrambe con dei blog nuovi di zecca da gestire e, vi assicuro, non è una cosa facile, come ci diciamo in continuazione, è un secondo lavoro!!!!


Clelia come me ha la passione per i viaggi, il design, la scrittura, forse un po’ meno per la cucina, ma vi assicuro che i suoi racconti sono davvero divertenti e i suoi suggerimenti molto, molto, molto interessanti. Per cui, passate a vedere il suo blog!!!!! 31Trentuno design + viaggi + mamma = Tre in Uno Se siete mamme anche voi vi piacerà sicuramente, e se anche non lo siete, passateci lo stesso, ne vale la pena, ve lo assicuro.
 

L'idea di fare un post condiviso è nata praticamente subito, non potevamo non farlo visto l'incredibile coincidenza, "colleghe di blog"  ci definirei io. 


Abbiamo pensato a questo, al fare una cena insieme, con lei a preparare una bella tavola di design e io, ovviamente, a inventare una delle mie ricettine, fresca, estiva, adatta ai grandi e soprattutto ai piccini.


E la cena l'abbiamo fatta, ed è stata davvero bella. Abbiamo approfittato dell'assenza di Matteo, il papà, per stare un po' tra donne blogger, diciamo. La cosa sconvolgente è stata il piccolo Filippo, non faceva altro che cercare di attrarre in tutti i modi l'attenzione, e per me, che mamma non sono, è stato davvero incredibile scoprire come un bambino di soli nove mesi può monopolizzare la scena in modo assoluto, un vero protagonista!


Una volta messo a letto il Ranocchio, come lo chiama Clelia, ci siamo dedicate alla cucina, cioè, io cucinavo, mentre Clelia scattava foto in continuazione e, allo sfregolare della padella, rideva dicendo che forse la sua cucina un'esperienza del genere la stava vivendo per la prima volta.


Mentre io procedevo con il cibo, lei preparava la particolarissima tavola che potete ammirare qui, colorata, estiva, con piatti e posate usa e getta formato bambino ma, allo stesso tempo, pratici e molto ecosostenibili. Ma voglio che queste cose ve la racconti lei per cui passate a trovarla cliccando qui.




Io invece vi racconto quello che ci siamo mangiate. Come vi ho detto una ricetta semplice da realizzare ma davvero perfetta per l'estate, un'insalata di orzo molto leggera e colorata, con la verdura, il pesce e un bel profumo di timo e limone, insomma un piatto completo e adatto a tutte le età. Provatela, Clelia può confermare che il risultato è davvero soddisfacente.


lunedì 29 luglio 2013

Pollo al pistacchio con burrata!




Ieri sera avevo proprio voglia di sapori di casa! Voglia di qualcosa di buono, sfizioso, saporito, ma non troppo complicato da preparare. È così che ho aperto il frigo e ho deciso che il classico solito petto di pollo lo avrei reso speciale.
Non è stato nemmeno complicato, è bastato fare una panure colorata di verde pistacchio e cuocere il pollo in forno facendoci fondere sopra un po' di burrata. Per quanto mi riguarda il risultato è stato davvero soddisfacente, se volete provateci anche voi.


domenica 28 luglio 2013

Non pregi.



Ho sempre pensato che mi piacesse il rumore, la confusione, la gente, le strade affollate e i negozi pieni, gli aperitivi mondani e le serate a ballare. Invece ultimamente ho scoperto che mi piace casa, la mia casa, piccola, accogliente, tranquilla, protettiva. Un camera, un bagno, una cucina, poco spazio ma che racchiude un mondo, il mio. Sto scoprendo il piacere di stare qui, da sola, tranquilla, nei pochi momenti che riesco a ritagliarmi tra un impegno e l'altro, a rilassarmi e ad assaporare la quiete, a gustarmi quei momenti della mia solitudine che un tempo invece mi facevano un po' paura.

Anche stasera sono qui, seduta sul mio divano, in pigiama, con l'ipad sulle gambe, e scrivo. Scrivo perché ho scoperto che farlo mi piace, e mi piace davvero tanto. Mi aiuta a vedere meglio i miei pensieri, a renderli più chiari, più nitidi, più sereni.

Tanti pensieri. Alcune persone che mi conoscono bene dicono che sono anche troppi. “Tu pensi troppo!”  mi dicono, ed è vero, ma non riesco a non farlo. Non riesco a stare qui ferma senza pensare, senza fantasticare, senza sognare.

Cosa saremmo senza i nostri pensieri? E soprattutto senza i nostri sogni? Probabilmente nulla.

venerdì 26 luglio 2013

Crostatine integrali ai gelsi neri.


Vi ricordate quella squisita confettura di gelsi neri con cui avevo fatto la cheese cake? Sublime,  ma andava finita. E allora, come al mio solito, ho impastato qualcosa, il risultato? Le crostatine! Da piccola le adoravo, ne avrò mangiate centinaia. Queste le ho volute fare un po' particolari e, visto  il mio attuale trip per la roba salutare, di cui vi avevo accennato, ho fatto la pasta frolla integrale. È stato semplice ed il risultato soddisfacente. Cosi, illudendoci che essendo integrali siano forse un pochino meno caloriche, gustiamocele insieme queste crostatine integrali ai gelsi neri.

mercoledì 24 luglio 2013

LungArno 23. La Chianina nel panino!

Vi ho già detto che sono sempre in giro e spesso proprio per lavoro. Due volte all’anno io e tutti i miei colleghi ci trasferiamo a Firenze per  il Pitti Immagine Uomo e ormai, da almeno un quattro stagioni, uno dei nostri appuntamenti fissi a Firenze è diventato il Lungarno 23, un posto davvero particolare, che dire, qui si mangia il panino più buono che ci sia!!!



Questo locale, situato sul lungarno Torrigiani, è nato quattro anni fa per iniziativa di quattro soci che hanno ben pensato che fosse un peccato non utilizzare le parti del manzo di chianina che non venivano impiegate per la famosa fiorentina o per la tagliata, e allora perché non usarle per farci degli ottimi hamburger?  È questo hanno fatto! Tre volte a settimana qui arriva, da vari allevamenti della Val di Chiana della prelibata carne chianina con cui realizzano tutti i loro piatti.
E non si sono limitati ad usare una buona carne, ci hanno messo intorno tutta una raccolta di prodotti selezionati: dalla pancetta di cinta senese, alla mozzarella di bufala, ad una buona scelta di vini, dove ovviamente la fanno da padroni i rossi toscani, fino ad una particolarissima selezione di birre tra cui spiccano le birre Lurisia.

lunedì 22 luglio 2013

Radiatori con pesto siculo genovese.


Sono andata al mercato e ho scoperto un banchetto davvero interessante, una simpatica coppia di marocchini ormai stra-naturalizzati, parlavano in dialetto genovese, vendono tutti prodotti provenienti dalla Sicilia, e vi assicuro, per me che li conosco, sono davvero originali! Non potevo non fare spese folli! Avevano addirittura i pomodori San Marzano, fantastici! E poi, a completare un banchetto che già mi aveva conquistato, basilico di Prà. Ma cosa poteva nascere a quel punto se non una ricettina mezza siciliana e mezza genovese? Eccola! Un pesto fatto mescolando tradizioni diverse. Un sugo freddo, molto estivo e velocissimo da preparare, io l'ho fatto giusto nel tempo di cottura della pasta. Ci ho condito dei radiatori, una pasta dalla forma simpaticissima e ottima per questi sughi perché trattiene benissimo il condimento, ma ovviamente voi potete usare quella che volete. Vi assicuro, usate pure la pasta che volete, il pesto non vi deluderà!

venerdì 19 luglio 2013

Margherite di mais.



Questi biscotti sono una ricetta tipica del Piemonte conosciuti anche come biscotti di meliga. Io, come sapete, non sono esattamente Piemontese, ma li ho fatti perché mi incuriosiva il fatto che dentro ci andasse la farina di mais e volevo capire che sapore gli desse, vi assicuro un ottimo sapore! Sono dei biscotti semplici ma davvero golosi, ottimi da mangiare da soli o per accompagnare una tazza di te, insomma dei biscotti per tutte le occasioni!

giovedì 18 luglio 2013

Berlino, fashion & food.



Questo post ero indecisa se scriverlo perché qui ci sono venuta per lavoro, quello che ho visto non è stato molto attinente al cibo ma non potevo non scrivere , Berlino non può non essere raccontata.

Si è vero, ci sono venuta per il mio lavoro, la moda, per vedere fiere e negozi, ma il sapore di questa città è davvero unico. Quando arrivi qui ti rendi subito conto della differenza, della cultura diversa, internazionale, una città europea nel cuore dell'Europa. Non lo capisci solo dal fatto che metà delle persone gira con i capelli rasati o vestiti con borchie e catene punk, lo vedi anche nelle donne distinte, eleganti, con un fascino tutto diverso dal nostro, da quello mediterraneo.
Cosi vi racconto di questa Berlino fatta di fashion, di fiere interessantissime, di negozi di tendenza, di design stravagante, ma anche di storia, di monumenti, di un passato che non si può e non si deve dimenticare, di un futuro che sembra già oggi, e ovviamente di food, diverso dal nostro, ma da provare assolutamente.

martedì 16 luglio 2013

Picnic Sanpellegrino! Milano, Triennale, un 13 luglio da ricordare.

È proprio vero, le cose accadono. A volte noi non ce ne rendiamo nemmeno conto, ma i segni  arrivano, arrivano sempre.

Come sapete lo scorso 10 luglio ho festeggiato il mio primo mese da blogger, quello che non sapete è che ho pure ricevuto un regalo, un regalo davvero gradito: uno dei dieci inviti messi in palio da Chiara Maci per il  picnic Sanpellegrino alla Triennale di Milano!

lunedì 15 luglio 2013

Involtini di melanzane al profumo di basilico.




Io le melanzane le adoro, quando dico che le saprò cucinare almeno in cinquanta modi non scherzo, forse anche di più. Di melanzane nella mia vita ne avrò mangiate tonnellate eppure, ogni volta che provo una ricetta nuova mi stupisco sempre del risultato, ma possibile che siano buone in tutti i modi???
Questa ricettina che vi propongo oggi è davvero una ricettina, perché di una semplicità estrema ma allo stesso tempo un piatto delizioso e perfetto per la bella stagione, fresco, leggero e il profumo del basilico gli da una tonalità assolutamente estiva. Perfetto per una cena con gli amici o per una sfiziosa cenetta a due, magari in terrazzo, magari con il profumo del mare, magari con la luna a fare da sfondo. Buona ricettina e buona cenetta!


venerdì 12 luglio 2013

Vedi Napoli e poi....


E poi pensi che non te ne vorresti più andare. Perché Napoli è così, ti cattura, ti avvolge, ti travolge. È una città che non si può non amare. Io a Napoli ci volevo andare da tempo, da quella gita del liceo di cui non ricordavo più nulla, tanto tempo fa, una vita fa. Non ricordavo nulla di Napoli ma sapevo che volevo tornarci per due cose, una pizza come mai più nessun’altra , e il fascino, il fascino che questa città aveva esercitato su di me, bella, suggestiva, assolata, calorosa, meridionale. Così mi sono decisa e ci sono andata, da sola, armata di cartina, alcuni consigli carpiti a qualche amico del posto, reflex al collo, voglia di assaggiare il più possibile e tantissimo entusiasmo.

mercoledì 10 luglio 2013

Chef Rocco Costanzo … e i suoi fratelli.

Io questo post, e quelli che a questo seguiranno, l'ho voluto fortemente, ci tenevo davvero tanto a scriverlo e per vari motivi.

In primis perché credo che i ristoranti, quelli veri, quelli dove ti senti talmente a casa e mangi talmente bene da volerci tornare, siano tali non solo per il posto o per il cibo, ma per le persone. I ristoranti raccontano le storie dei loro cuochi, dei loro proprietari, di coloro che alla cucina hanno dedicato la propria vita.

Secondo, ho voluto iniziare proprio con questa di storia perché la sento una storia di casa mia sotto molti punti di vista.
Forse non ci crederete ma qui a Rapallo io ci sono arrivata quasi per caso, pur se nulla mai davvero per caso accade, eppure proprio qui ci ho trovato un pezzetto della mia Sicilia e la voglio condividere con voi.


lunedì 8 luglio 2013

Sicilia in tavola: a pasta cu' pani e i pumadora sicchi!


Questa ricetta è davvero tutto un programma ed è un programma interamente siciliano!
Noi per tradizione condiamo spesso la pasta con il pane, ad esempio la famosa pasta con le sarde. Qui vi propongo una ricetta che davvero è di una semplicità estrema e che si prepara giusto nel tempo di cottura della pasta, come una aglio, olio e peperoncino, ma vi assicuro che il risultato è incredibile e farete un figurone. Che dire, una vera e propria ricetta "poca spesa tanta resa".

domenica 7 luglio 2013

Perchè tutti possiamo brillare.

Oggi non vi lascio una ricetta ma una poesia, una poesia tratta da un discorso di un grande uomo che con le sue azioni ha cambiato la vita di tanta gente, anzi, ha fatto si che molte persone potessero averla una vita.

Questa poesia  mi ha colpita sin dalla prima volta che l’ho letta e spesso lo rifaccio, in quei momenti in cui mi sento un po' giù, in cui penso di non poter riuscire, in cui penso di non poter brillare.
La leggo per ricordarmi che questo non è vero.
Perché tutti possiamo brillare.
Perché tutti brilliamo.
Perché brilliamo solo nel momento in cui non abbiamo paura di farlo.

venerdì 5 luglio 2013

Biscotti integrali cioccolato e mandorle.



Vi ho già accennato al fatto che quando sono nervosa mi sfogo impastando biscotti, si lo faccio! Mi distende immensamente i nervi, infatti ho sempre biscotti che girano per casa. Questi li ho preparati sull’onda della mia attuale fissa per i prodotti integrali, più sani, più ricchi di fibre, più saporiti. E come noterete sono dei biscotti piuttosto enormi, si perché mi piacciono troppo i biscotti giganti, quelli che quando li prendi in mano già ti danno una certa soddisfazione. E questi vi assicuro, fra cioccolato fondente e pezzi di mandorle, di soddisfazione ne danno tanta!


mercoledì 3 luglio 2013

Un giorno a Roma!

A Roma ci sono stata decine di volte ma è davvero una città sorprendente, dovunque ti giri c’è qualcosa da vedere e ogni volta che torni trovi sempre un dettaglio, uno scorcio, un vicolo che non avevi visto e che ti lascia senza fiato.


Le cose che potreste vedere sono tantissime e infiniti i luoghi dove mangiare, io vi racconto semplicemente la giornata che ci ho trascorso tra sapori particolari e quadri che non si possono dimenticare, in una Roma tutta da gustare, con la bocca, con gli occhi, con la mente, col cuore.

lunedì 1 luglio 2013

Torta di zucchine, brie e basilico.


Io adoro le torte salate, ne faccio di tutti i tipi, sono semplici, veloci e si possono conservare per almeno un paio di giorni o, ancora meglio, surgelarle e poi tirarle fuori magari una sera che non avete voglia di cucinare.
Questa è una proposta molto estiva con zucchine e tanto basilico, delicata ma allo stesso tempo profumata e saporita.
Io per mancanza di tempo ho usato la pasta brisè già pronta ma se volete potete prepararla voi, la ricetta la trovate nella pagina delle ricette base.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...